Amuri di Fimmina e Amuri di Matri

Category: Tag:

Questo vino nasce all’ombra dell‘Etna, in una valle tra la catena montuosa dei Nebrodi e il vulcano. Una valle che da sempre ha visto il connubio fra l’uomo e la vite . I vitigni interessati sono: il Nerello Mascalese ed il Nerello Cappuccio, vitigni che danno vita alla Denominazione di Origine Controllata ETNA Rosso. Il vigneto è situato nella parte nord del vulcano ad una altitudine di 620 metri slm. Il terreno è vulcanico, ricco di minerali e di scheletro. Il vigneto, di circa 40/50 anni, è allevato ad alberello per mantenere le vecchie tradizioni nel pieno rispetto della qualità e del territorio. La densità d’impianto è di 6000 ceppi per Ha. L’uva viene raccolta manualmente in piccole ceste e subito pigiata e separata dai raspi. Il pigiato viene raccolto in recipienti di acciaio inox dove avviene la fermentazione in presenza delle vinacce, alla temperatura di 26º28° C. Finita la fermentazione alcolica il vino rimane in presenza delle vinacce ancora per una settimana prima della svinatura. Questo permette di trarre dalla buccia e dai vinaccioli una notevole struttura. Il vino ottenuto viene introdotto in botti di rovere di 225 litri dove avviene la fermentazione malolattica. Nelle barriques, il vino rimane per otto mesi affinando sul feccino nobile. Dopo uno o più anni di affinamento in recipienti di acciaio il vino va imbottigliato. Il vino si presenta rosso rubino intenso con una buona consistenza. Al naso si percepiscono sentori di frutta di bosco matura, di spezie e vaniglia. In bocca si presenta caldo, morbido e fresco con tannini morbidi e una discreta sapidità e abbastanza persistente. Lo possiamo abbinare con eleganti bolliti, arrosti di carni rosse, selvaggina, formaggi freschi (primo sale e provola dei Nebrodi).

Informazioni aggiuntive
Nome:

Amuri di fimmina e Amuri di matri

Classificazione:

DOC Etna Rosato

Vitigno:

100% Nerello Mascalese

Superficie vitata:

2 ettari Nerello Mascalese

Comune di produzione:

Randazzo (CT)

Contrada:

Feudo S. Anastasia

Densità d'impianto:

6.000 ceppi per ettaro

Altitudine:

620 metri s.l.m.

Tipo di suolo:

Vulcanico ricco di minerali e di scheletro

Età delle vigne:

10 anni

Sistema di allevamento:

doppio cordone speronato

Resa:

80 Quintali per ettaro

Fertilizzazione:

organica quando necessaria

Fermentazione:

breve macerazione con le bucce, fermentazione a bassa temperatura per
10/12 giorni

Affinamento:

8 mesi acciaio sui lieviti, 4 mesi bottiglia

Produzione:

3500 Bottiglie

Prima annata:

2008

Gradazione alcolica:

12–13,5% vol.

Capacità di affinamento in bottiglia:

2-3 anni