Lu Disìu

Il nostro passito è ottenuto con uve di Nerello Mascalese. La densità d’impianto è di 9600 ceppi per Ettaro. La forma di allevamento è un alberello adagiato a spalliera con una potatura a doppio cordone speronato con tre e quattro speroni per ceppo. Il tutto per facilitare le lavorazioni e cure colturali che vengono svolte manualmente. La terra nera vulcanica, ricca di minerali e di scheletro. La vegetazione tutto intorno è rigogliosa e “selvaggia”. La raccolta avviene manualmente. L’uva, raccolta in cassette, grappolo per grappolo, viene poggiata su dei graticci e riposta in un luogo ventilato e all’ombra per circa 20/30 giorni. Dopo questa fase di appassimento, che permette all’uva di aumentare la sua carica zuccherina, viene fatta una seconda cernita per eliminare gli eventuali acini rovinati. Si procede, quindi, ad una vinificazione con macerazione per estrarre il massimo da ogni singolo acino. Trascorse 72 ore dall’inizio della fermentazione alcolica, avviene la svinatura. Il mosto raccolto continua e termina la fermentazione in serbatoi di acciaio con temperature di 14 -16° C per circa una settimana, dopo di ché il nostro vino viene posto in botti di rovere. La botte sarà il luogo che accoglierà il passito per circa sei mesi, vino che affinando sul suo “feccino” nobile esprimerà il meglio di sé. Il vino si presenta rosso dorato intenso e consistente; al naso colpisce la nota classica di uva passa e frutta sciroppata, ma successivamente affiorano sentori aromatici, la vaniglia, il miele, il caramello donati dall’affinamento in legno. In bocca si presenta fresco, ampio, dotato di una buona sapidità. Temperatura di servizio 8 – 10° C. Si abbina a formaggi stagionati, paste con la ricotta, dolci di conserva, dolci di pistacchio e tutte le innumerevoli varianti che la nostra terra di Sicilia è in grado di offrire. Grado alcolico come da etichetta.

Informazioni aggiuntive
Nome:

Lu Disìu

Classificazione:

IGP Terre Siciliane Passito

Vitigno:

Nerello Mascalese

Superficie vitata:

0,5 ettari

Comune di produzione:

Randazzo (CT)

Contrada:

Feudo S. Anastasia

Densità d'impianto:

9600 ceppi per ettaro

Altitudine:

620 metri s.l.m.

Tipo di suolo:

Vulcanico ricco di minerali e di scheletro

Età delle vigne:

10 anni

Sistema di allevamento:

doppio cordone speronato

Resa:

70 Quintali per ettaro

Fertilizzazione:

organica quando necessaria

Appassimento:

In fruttaia su graticci per 60/90 giorni

Fermentazione:

vinificazione in rosso per 15/20 giorni. Svinatura, fermentazione naturale sino al raggiungimento dell’equilibrio tra zuccheri e alcol

Affinamento:

12/18 mesi in tonneaux, 3 mesi in bottiglia

Produzione:

800 Bottiglie

Prima annata:

2013

Gradazione alcolica:

12,50–14,50% vol.

Capacità di affinamento in bottiglia:

4­‐5 anni